Gli uccelli del Parco Nazionale della Val Grande e delle aree limitrofe (Verbano Cusio Ossola, Piemonte, Italia)

Main Article Content

Fabio Casale (1*), Cristina Movalli (2), Radames Bionda (3), Lorenzo Laddaga (4), Andrea Mosini (5), Manuel Piana (6)

1 Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Seveso, Italy.
2 Ente Parco Nazionale della Val Grande, Vogogna, Italy.
3 Società di Scienze Naturali del Verbano Cusio Ossola, Museo di Scienze Naturali, Collegio Mellerio Rosmini, Domodossola, Italy.
4 Tradate, Italy.
5 Valgrande Società Cooperativa, Verbania-Possaccio, Italy.
6 Omegna, Italy.
(*) Corresponding Author:
Fabio Casale
fabio.casale@flanet.org

Abstract

Il Parco Nazionale della Val Grande è un’area montuosa protetta sita nelle Alpi, nel Piemonte nord-orientale, Italia. L’area è stata designata quale Parco Nazionale nonché ZPS – Zona di Protezione Speciale secondo la Direttiva “Uccelli” e IBA – Important Bird Area secondo BirdLife International. L’area di studio ha una superficie di 45.873 ha che comprende il Parco Nazionale e le limitrofe Valle Intrasca, Valle Cannobina e Val Loana, i cui ambienti principali sono costituiti da vaste foreste di latifoglie e di conifere, ambienti rocciosi, brughiere, arbusteti e praterie alpine. Le cime più alte raggiungono i 2.300 m s.l.m. La maggior parte della sua superficie è selvaggia e disabitata. In questo lavoro viene riportato un elenco commentato degli uccelli noti per l’area e vengono inoltre forniti dati di sintesi relativi alle attività di monitoraggio condotte in anni recenti (2009-2014). I dati sono stati raccolti sia attraverso revisione bibliografica sia in forma originale, attraverso attività di ricerca sul campo. Queste ultime sono state condotte utilizzando i seguenti metodi: mappaggio dei territori (uccelli nidificanti degli ambienti aperti), punti d’ascolto (uccelli nidificanti), transetti lineari con uso di playback (rapaci notturni, Caprimulgus europaeus, Dryocopus martius), ricerca di campo non standardizzata in ambienti idonei alla nidificazione (Passeriformi nidificanti degli ambienti rocciosi), censimento primaverile di rapaci migratori lungo la rotta migratoria del Lago Maggiore e censimento autunnale di Passeriformi migratori attraverso i passi alpini. L’area ospita o ha ospitato 138 specie di Uccelli delle quali 97 nidificanti, 28 di interesse comunitario (Allegato I della Direttiva “Uccelli”), 42 SPEC - Species of European Conservation Concern secondo BirdLife International. L’area è di grande importanza per numerose specie di uccelli, specialmente per la nidificazione di specie di interesse conservazionistico legate ad habitat montani, quali Bonasa bonasia (20-50 coppie), Tetrao tetrix (40-100 maschi adulti), Alectoris graeca saxatilis (20-50 coppie), Circaetus gallicus (4-5 coppie), Aquila chrysaetos (6-7 coppie), Falco peregrinus (4-5 coppie), Bubo bubo (4 coppie), Aegolius funereus, Dryocopus martius (30 coppie), Monticola saxatilis (5-10 coppie), Tichodroma muraria (5-10 coppie), Pyrrhocorax graculus (50-70 coppie), Prunella collaris (10-20 coppie), Emberiza cia (200-300 coppie), per la migrazione primaverile dei rapaci diurni (15 specie rilevate, delle quali 10 di interesse comunitario), soprattutto Pernis apivorus (21,3% degli individui censiti), Falco tinnunculus (16,7%) e Buteo buteo (14,5%) e per la migrazione autunnale dei Passeriformi (30 specie rilevate), soprattutto fringillidi (46,9% degli individui censiti), irundinidi (32,8%) e motacillidi (15,6%). Gypaetus barbatus e Gyps fulvus vi vengono occasionalmente rilevati.

Downloads month by month

Downloads

Download data is not yet available.

Article Details

How to Cite
Casale, F., Movalli, C., Bionda, R., Laddaga, L., Mosini, A., & Piana, M. (2014). Gli uccelli del Parco Nazionale della Val Grande e delle aree limitrofe (Verbano Cusio Ossola, Piemonte, Italia). Rivista Italiana Di Ornitologia, 83(1-2), 3-52. https://doi.org/10.4081/rio.2013.205